Fig1. Le mappe elaborate nello studio del prof. Tarolli e dei suoi colleghi. Le prime due a sinistra, in alto e in basso, indicano come è stata l’edificazione e la impermeabilizzazione del Veneto negli ultimi 40 anni. Le mappe centrali (sempre sopra e sotto) indicano invece il cambiamento climatico, con i guai che si spostano dalla riviera marina verso la pianura pedemontana a est. Infine la novità: l’indice di aggressività delle piene, e una miriade di punti “caldi” che sono a rischio. ( fonte: Sofia, G., Roder, G., Dalla Fontana, G. et al. Flood dynamics in urbanised landscapes: 100 years of climate and humans’ interaction. Sci Rep 7, 40527 (2017). https://doi.org/10.1038/srep40527)

mappa