Fumane (Vr): pubblicata la sentenza del Consiglio di Stato contro Cementirossi

Fumane (Vr).  Il Consiglio di Stato respinge l’appello presentato dalla Cementirossi sia per quanto riguarda l’ammodernamento e ampliamento dello stabilimento in via dei Progni, a Fumane, che per l’uso dei rifiuti da mescolare all’impasto del cemento. I giudici hanno quindi accolto la linea delle associazioni ambientaliste, che avevano presentato ricorso al progetto della cementeria, ritenendolo molto impattante soprattutto per la presenza di una torre di un centinaio di metri di altezza e per la possibilità di usare 122 mila tonnellate di rifiuti da mescolare all’impasto. Il Tar del Veneto, il 1 marzo dell’anno scorso, aveva accolto il ricorso dei cittadini e dei comitati di Fumane, bocciando sia il progetto che l’impiego dei rifiuti. A questa sentenza la Cementirossi ha risposto facendo ricorso in appello al Consiglio di Stato, che proprio in questi giorni ha confermato la posizione del Tribunale amministrativo regionale e le motivazioni del ricorso, presentato congiuntamente da Legambiente, associazione Valpolicella 2000, comitato Fumane Futura e da un gruppo di cittadini.

QUI IL TESTO DELLA SENTENZA: