Archivi Autore: Riccardo Bottazzo

Riccardo Bottazzo
Sono un giornalista professionista, direttore di EcoMagazine. Mi ostino a vivere a Venezia e mi occupo di ambiente e di movimenti dal basso. E poi tante altre cose ancora...

No, il piano Colao di “verde” non ha proprio niente. E’ il solito regalo alle mafie e alle lobby del cemento

Non è che se li sia dimenticati. E’ che proprio non gliene frega niente. I cambiamenti climatici non fanno semplicemente parte del bagaglio di conoscenze di un economista rampante come Vittorio Colao, che si è formato lavorando nelle più importanti aziende private del Paese. Non ultima la Vodafone, di cui è stato per tanti anni amministratore delegato.  Nelle tredici parole ...

Leggi Articolo »

Catena umana lungo le Zattere: “Venezia fu-turistica”!

Sabato 13 giugno, alle ore 17, troviamoci tutti e tutte per una CATENA UMANA LUNGO LE ZATTERE! “Venezia fu-turistica” Perché? Perché dopo questa pandemia bisogna che Venezia cambi, che rinasca in modo diverso. E Venezia rinasce se.. – riparte in modo nuovo; – la fa finita con la monocoltura turistica; – crescono i residenti e si limita la locazione turistica; ...

Leggi Articolo »

“Non brucerete il nostro futuro!” Marghera si mobilita contro l’inceneritore di Zaia & C.

Non hanno imparato niente. Non è bastata la devastazione industriale – e, per di più, fallimentare – di un’intera provincia a ridosso della laguna più bella del mondo. Non sono bastate le bonifiche mai arrivate. Non sono bastati neppure i continui allarmi chimici, l’ultimo dei quali poco più di 15 giorni fa: l’incendio alla 3V Sigma con tanto di invito ...

Leggi Articolo »

Inceneritore: la commissione VIA non ferma i comitati

Comunicato stampa congiunto 22 maggio 2020 Grave per i comitati il benestare della Commissione VIA regionale al progetto. Decisione antidemocratica presa approfittando della pandemia La lobby dei rifiuti è potente, ha forti agganci nella Giunta Zaia e nel PD. Una scelta sbagliata e antistorica che condanna Marghera e tutta l’area metropolitana a un futuro sciagurato. La battaglia dei comitati e ...

Leggi Articolo »

Fuori dal virus fuori dal fossile

Parte subito nel segno della mobilitazione la campagna dei comitati italiani “Per il Clima, fuori dal Fossile”: il 13 e 14 maggio saranno infatti organizzate varie iniziative in diverse città della Penisola per contestare le assemblee soci di Enel e Eni, i due dei colossi a partecipazione pubblica che con le loro  scelte industriali, basate sul fossile e su false ...

Leggi Articolo »

Coronavirus e Climate Change. Oppure, in parole più semplici, Capitalismo

La capillare diffusione del Coronavirus, partito da una città della Cina ed estesosi rapidamente in tutto il pianeta, ha avuto quantomeno il merito di far capire a tutti quello che i cambiamenti climatici avevano fatto capire a pochi. E cioè che viviamo tutti sullo stresso pianeta. I problemi non possono in nessun modo essere circoscritti da frontiere che esistono solo ...

Leggi Articolo »

DeCOALonize the planet!

“Siamo l’antidoto al capitalismo”. Così si leggeva nel grande striscione che gli attivisti hanno appeso ai lunghi nastri che trasportano il carbone sin dentro la centrale. Nastri che, perlomeno per un paio d’ore, sono stati bloccati, causando lo spegnimento della caldaia ed una diminuzione della produzione.  Siamo a Fusina, a ridosso della laguna di Venezia. Qui, in una delle aree ...

Leggi Articolo »

A Madrid è stato assassinato l’accordo di Parigi. Cop25 sarà l’ultimo crimine contro l’umanità

Cop25 ha chiarito una volta per tutte che i governi del mondo non sono in grado di mettere in campo una strategia adatta a contrastare i cambiamenti climatici. Al contrario della precedente conferenza svoltasi a Katowice, dove gli osservatori più ottimisti avevano giudicato in maniera positiva l’apertura di alcuni, generici, spazi di intervento verso un definitivo abbandono dei fossili, la ...

Leggi Articolo »

COP 25 termina ai rigori: delusi i movimenti e gli scienziati

COP 25 approva il Chile Madrid Time for Action. Mai un vertice sul clima è durato così a lungo. Delusione nella società civile e negli Stati più vulnerabili per gli scarsi risultati. A che punto siamo con l’applicazione dell’Accordo di Parigi? di Luca Lombroso – Due settimane di negoziati non sono bastati a concludere nei tempi prestabili i negoziati. Da calendario ...

Leggi Articolo »

COP 25, irrompe il ciclone Greta

Arriva Greta Thunberg e termina la prima settimana di lavori alla Conferenza sui cambiamenti climatici di Madrid. Chi sono gli Stati che più si sono distinti, negativamente e positivamente ai negoziati? di Luca Lombroso – Si chiude la prima settimana di lavori al Vertice ONU sul clima, ma la vera protagonista è stata Greta Thunberg. Insieme a lei, i giovani e ...

Leggi Articolo »