Archivi Autore: Italo Madia

Guai ai vinti! Chi pagherà i costi ambientali del governo Zaia?

Zaia, il novello Conte Dracula che governa la contea del Veneto a suo gradimento indifferente ai disastri che vede capitargli attorno dal punto di vista ambientale, climatico, ecologico. Ha preso alla lettera il motto leghista “padroni a casa nostra”, convintissimo di portare avanti una personalissima guerra santa contro il territorio . La sua vittima eccellente dentro cui ha infilzato i ...

Leggi Articolo »

Consumo del suolo: non è un Paese per ambientalisti

Hanno fissato al 2050 il limite 0 di consumo del suolo, bella questa! E’ il consiglio regionale del Veneto che lo pone, quello presieduto dal governatore Zaia, il paladino dei limiti tollerabili dei temuti Pfas nel sangue. Lo stesso che realizza la Pedemontana veneta, una autostrada che collega le tre provincie più inquinate e inquinanti del Nord. Un’ opera inutile ...

Leggi Articolo »

Ravenna contro le politiche fossili di Eni

Mobilitazione nazionale contro Eni in occasione della riunione degli azionisti e dei suoi progetti climalteranti. Ravenna è il punto nevralgico di questa strategia contro l’ambiente con al centro l’idea balzana di stoccare il CO2 in una sacca sottomarina al largo delle coste cittadine. Ccs (Carbon Capture and Storage) viene chiamato ma in realtà è una bomba ad orologeria piazzata sopra ...

Leggi Articolo »

Nuova colata di cemento, visibile e ben piantata

L’ennesimo supermercato a Padova, l’ennesima colata di cemento che si porta appresso visibile il peccato originale della società del profitto e dei consumi: la devastazione dei territori, quello di farsi largo ed ergersi tra l’abbattimento vandalico  di alberi(autentico habitat di specie fluviali) e nuovo asfalto e nuova viabilità cittadina a favore di un privato. Accade che a metà strada, si ...

Leggi Articolo »

La lega e la foglia di fico

A Calolzio sull’Adda, in provincia di Lecco, la giunta leghista ha deciso di tagliare 210 alberi del parco Adda Nord . E il motivo è… la sicurezza! Normale intervento di gestione del patrimonio forestale, secondo la maggioranza, che sottolinia come tra queste piante non ci siano alberi di pregio. Un atto di vandalismo secondo l’opposizione che si chiede: “Da quando ...

Leggi Articolo »

Orsi, lupi, Draghi e altri animali

Il Casteller è una prigione. lo sono gli zoo, i circhi equestri e tutte le gabbie, recinzioni e quelle aree coercitive in cui vivono in costrizione e in regime di detenzione tutti quegli esseri viventi che appartengono al regno animale. Lo specismo è la versione segregazionista nel rapporto col Vivente, l’antica perversione della malattia che si chiama Capitalismo che vedeva ...

Leggi Articolo »

L’Eni e la falsa conversione green: cambiare tutto per non cambiare nulla

La battaglia dei movimenti contro i cambiamenti climatici in Italia, ha una lunga storia che risale ancor prima del 1991. Pensiamo solo ai  cinque Referendum abrogativi del 1987 che decretarono la chiusura  delle Centrali Nucleari. Da allora è stato un susseguirsi di botta e risposta a distanza con le multinazionali dell’energia, Eni in testa. L’aumento di quasi un grado della temperatura ...

Leggi Articolo »