Archivi Autore: Comitato lasciateci respirare Padova

Avatar

TAV Venezia-Trieste: comitati chiedono di essere presenti alla presentazione del progetto ai sindaci

Continua lo sperpero di denaro pubblico per realizzare “Grandi Opere” drasticamente impattanti sul territorio, lontane dalle vere esigenze dei cittadini, responsabili dell’aumento del debito pubblico, devastanti per l’ambiente e colpevoli di indicibili disagi per chi ha vissuto o dovrà convivere in prossimità dei pluridecennali cantieri previsti per la loro realizzazione. Alleghiamo la lettera pubblica attraverso la quale come comitati ed ...

Leggi Articolo »

Incidenti all’inceneritore di Padova: non è successo niente!

Il Comune non è competente, l’ Arpav ha pochi mezzi, ApsAcegas ha tutto sotto controllo! Lunedì 16 aprile si è riunito l’ Osservatorio sull’inceneritore del Quartiere 3 Est per discutere dei recenti tre incidenti, a breve distanza di giorni, all’inceneritore di Padova: un incendio, 2 emissioni di nubi una bianca e una nera nel cielo del quartiere. Incidenti che hanno ...

Leggi Articolo »

Vicenza. Falda acquifera: Esposto del Movimento No Pedemontana

Per la difesa della falda acquifera che serve 1.000.000 di persone nel Veneto e contro l’ Autostrada Pedemontana Veneta è stato recapitato oggi, 16 aprile 2012,  un esposto alla ‘Procura della Repubblica’ in sede a Vicenza. Denunciamo questa opera che è un BUCO NELL’ACQUA perché pone in questione non solo il debito pubblico, non solo la possibilità di infiltrazioni mafiose ...

Leggi Articolo »

Dall’abitanza caotica all’abitanza consapevole!

L’abitanza è la pratica quotidiana inevitabile che avviene, in maniera per lo più spontanea e non organizzata, da parte degli abitanti che inevitabilmente interagiscono con l’intorno. Se penso che buttare il mozzicone di sigaretta nel giardino del vicino sia risolvere il problema dei rifiuti, ho chiaramente una visione distorta della salvaguardia ambientale di questo nostro pianeta che è “CASA NOSTRA” ...

Leggi Articolo »

Vicenza. Danni alla falda: manifestazione No Dal Molin sotto la procura!

Centinaia di cittadini hanno manifestato ieri, 11 aprile, sotto la procura di Vicenza per chiedere verità e giustizia per la città sui danni provocati alla falda acquifera dalla costruzione della base americana. Un presidio partecipato e comunicativo, con anche molte bandiere No Tav in segno di solidarietà e vicinanza al movimento della Val di Susa. Una manifestazione sotto la procura ...

Leggi Articolo »

Rinnovabili e V Conto Energia. Democrazia e Finanziarizzazione

Un nostro articolo di approfondimento e un’intervista a  Andrea Donega della Fiom di Padova.      A poco più di anno di distanza da un pasticciato passaggio dal 2° al 3° e infine al 4° decreto sugli incentivi per le rinnovabili, denominato Conto Energia, stiamo assistendo a un ulteriore dibattito istituzionale per produrre il V Conto Energia. Per una consapevole lettura ...

Leggi Articolo »

Comitati e Associazioni di tutela ambientale legittimate a ricorrere al Giudice Amministrativo

Un intervento giuridico a cura dell’Avv. Davide Furlan del Foro di Padova chiarisce che i Comitati e le Associazioni possono legittimamente ricorrere al giudice amministrativo. L’esempio è quello dei Comitati “Lasciateci respirare” e “E noi?” e di alcuni singoli cittadini che avevano promosso un contenzioso amministrativo contro il progetto di Revamping della Cementeria Italcementi di Monselice. Ricordiamo che il contenzioso ...

Leggi Articolo »

La legittimazione dei Comitati e delle Associazioni che si propongono di tutelare l’ambiente a impugnare con ricorso al Giudice Amministrativo provvedimenti lesivi di interessi ambientali

Un contributo dell’avv. Davide Furlan, del Foro di Padova, che ricostruisce l’evoluzione storico-giuridica della legittimazione ad agire innanzi al Giudice Amministrativo dei Comitati e delle Associazioni che si propongono la tutela degli interessi ambientali. Sembra ormai in via di consolidamento un indirizzo giurisprudenziale favorevole alla legittimazione processuale delle Associazioni non riconosciute dal Ministero dell’Ambiente, sempreché non si tratti di aggregazioni ...

Leggi Articolo »

Contro il caro bollette togliamo gli incentivi agli inceneritori!

Stangata in vista per le famiglie italiane: la bolletta dell’energia elettrica aumenterà del 5,8% ad aprile per arrivare a maggio ad un probabile aumento complessivo del 10%, un aggravio annuo per famiglia di circa 27 euro, che va a sommarsi a tutti gli altri aumenti dal carburante, al gas, ai beni di consumo. A pesare sulla bolletta, sostiene l’Autorità per ...

Leggi Articolo »