26 aprile, Vicenza: appello a tutti gli Organismi Genuinamente Mobilitati

Appello ai produttori e autoproduttori, ai movimenti e alle reti contadine per la costruzione di una campagna condivisa sugli Ogm

Invito a Vicenza, 26 aprile 2014 ~ Ogm: organismi genuinamente mobilitati
Una terra libera dalle servitù militari, un’agricoltura sana e libera dagli Ogm, la tutela della biodiversità dall’omologazione e del paesaggio dalla cementificazione, una socialità che riparte dalla terra, la costruzione di forme di reddito a partire dal lavoro in agricoltura. Sono alcuni dei temi che vogliamo portare a Vicenza tra il 23 aprile al 1° maggio, in occasione del Terre resistenti festival. Una proposta nuova, costruita aprendo la “cassetta degli attrezzi” composta in questi anni di mobilitazione contro la militarizzazione del territorio, nel palcoscenico del Presidio No Dal Molin.
Terra e libertà sono le parole chiave del Terre resistenti festival, concetti che declineremo nella sfera dei diritti, della salute, del territorio e della partecipazione dal terreno del Presidio, spazio libero non solo dalle servitù militari, ma anche dalle logiche economiche che ruotano attorno alla guerra.
In questo contesto, la giornata di sabato 26 aprile vorrà essere un grande momento di confronto e discussione sul tema della biodiversità e di un’agricoltura libera da Ogm. Una giornata che vogliamo dedicare ad altri Ogm, gli unici che continueremo a coltivare e diffondere: “Organismi genuinamente mobilitati” a favore di pratiche di agricoltura naturale e biodiversa, per la salvaguardia del territorio e della sovranità alimentare delle popolazioni.
Vi invitiamo a partecipare numerosi, alle ore 18.00 al Presidio No Dal Molin, a un’assemblea che vuole essere un confronto aperto tra movimenti, associazioni, agricoltori e autoproduttori sul tema degli Ogm, per costruire insieme una campagna condivisa per la salvaguardia della biodiversità e la tutela del paesaggio.

Arriviamo a questo appuntamento in un momento cruciale per l’agricoltura dei nostri territorio, proprio quando gli Ogm sono al centro dell’attenzione nazionale ed europea, e dopo alcune importanti azioni di denuncia nei confronti dei principali responsabili della messa a rischio della salute nostra e dell’ambiente che abitiamo. Abbiamo occupato la sede dell’Efsa, l’Autorità europea per la sicurezza alimentare, a Parma, sanzionato l’azienda di Silvano Dalla Libera – vicepresidente dell’associazione pro Ogm, Futuragra – a Vivaro (Pn) e riseminato a canapa i campi di Giorgio Fidenato che dovrebbero ospitare il mais geneticamente modificato prodotto dalla Monsanto; ma già in passato avevamo preso parte a pratiche dirette contro gli Ogm e per la biodiversità, per le quali siamo oggi a processo, mentre i “padroni del cibo” continuano a fare affari e a divorare la nostra sovranità alimentare.

Per costruire insieme le prossime iniziative, vi invitiamo a condividere un’agenda di appuntamenti, a partire dall’assemblea di Vicenza del 26 aprile prossimo.
Il 17 e 18 maggio, invece, l’appuntamento sarà a Roma, per l’assemblea nazionale della campagna Genuino Clandestino. E altre iniziative potrebbero essere messe in campo per il 24 maggio, giornata internazionale di boicottaggio della Monsanto.
Per ragioni organizzative, vi chiediamo di darci una conferma della vostra partecipazione all’assemblea vicentina.
Per ogni altra informazione, o contributo alla costruzione dell’assemblea: gas@nodalmolin.it.
Terre resistenti festival | 23 aprile – 1° maggio, Vicenza
Presidio No Dal Molin
Cs Bocciodromo Vicenza