Resoconto della riuniuone della rete dei comitati polesani

La Rete dei Comitati Polesani si è riunita ieri 12 febbraio a Rovigo. Alla riunione hanno partecipato anche rappresentanti del Comitato Opzione Zero e del Basso Veneziano.

Dall’incontro è emersa la volontà unanime di costruire insieme un’iniziativa forte in occasione della Giornata di mobilitazione nazionale del 22 febbraio p.v. contro le Grandi Opere e per la difesa del territorio lanciata dal Movimento NO TAV e si è deciso di realizzarla ad Adria, in occasione di un mega-convegno propagandistico sulla Nuova Romea al quale parteciperanno il Ministro delle Infrastrutture Maurizio Lupi e molti altri esponenti politici del “Partito Trasversale per le Grandi Opere”, numerosi sindaci oltre che imprenditori di spicco.

Si punta quindi ad una numerosa presenza di comitati, associazioni, cittadini per esprimere netto dissenso rispetto alla politica predatoria della Grandi Opere che oltre a non creare alcun sviluppo, produce in realtà devastazione ambientale, danni alla salute, consumo di suolo agricolo e pericolo di dissesto delle casse pubbliche per il pervicace uso del sistema del Project financing e dei Lavori in Concessione.

Oltre alla Rete Polesana e al Comitato Opzione Zero, hanno già espresso l’intenzione di partecipare all’iniziativa di Adria i comitati e le associazioni del Basso Veronese e, almeno con una delegazione, quelli della zona della Pedemontana. Attraverso la rete di comitati contro la Orte – Ravenna – Mestre, dovrebbe essere possibile agganciare anche altri gruppi nel Ferrarese e Ravennate.

A questo punto, lanciamo la proposta a quelle realtà territoriali dell’intera Rete regionale che non abbiano già in programma proprie iniziative sui territori, di convergere sull’iniziativa di Adria, anche per garantirle quella “massa critica” di partecipanti tale da darle rilevanza, significatività e visibilità pubblica. Considerata la rilevanza dell’opera di che trattasi, è fondamentale la riuscita della nostra protesta.

Il Convegno inizia alle 9,30 presso l’Ostello Amolara, loc. Capitello, 11 ad Adria. È necessario essere sul posto alle 8,30 per iniziare la nostra azione già durante l’arrivo dei relatori e degli invitati in modo di darle la massima visibilità, anche nei confronti dei giornalisti e dei media a seguito della parata che, data la presenza del ministro, potrebbero essere di livello nazionale.

Come concordato durante l’assemblea, le forme e i modi della nostra protesta saranno decisi in funzione dell’effettivo numero dei partecipanti e del contesto generale dell’evento.

Precisiamo che l’ostello ove si terrà il convegno è alle porte della città, lungo una strada piuttosto trafficata (la Adria – Loreo); non c’è possibilità di parcheggio interno quindi si devono lasciare le auto nei paraggi. Siete invitati a portare striscioni, cartelli ed altri elementi che favoriscano una forte visibilità, anche a distanza. Dobbiamo essere colorati per contrastare con il grigiore del cemento!

A completamento del quadro delle iniziative della Rete Polesana, informiamo che venerdì 21 a Cavarzere (VE), si svolgerà un incontro di approfondimento proprio sulla Romea Commerciale organizzato dal Comitato Ambiente e Sviluppo, con la partecipazione tra i relatori di numerosi esponenti dei comitati regionali; un’importate occasione per conoscere meglio quest’opera distruttiva.

Restiamo ovviamente a disposizione per ogni necessità di chiarimento o per maggiori informazioni che siano richieste.

Cordiali saluti.

 Rete dei Comitati Polesani

12 febbraio 2014