Conflitti

Da Venezia a Ferrara. The Climate Ride alla prima tappa verso Roma 23 marzo

Ciclisti in sella! The Climate Ride, la biciclettata per il clima, è partita nel migliore dei modi. Alla ventina di ciclisti saliti sulla loro “due ruote” a Venezia, si sono aggiunte, strada facendo, altre decine di corridori. Chi per fare da scorta nella loro città, chi per accompagnarli per qualche chilometro, chi per seguire tutta l’avventura sino a Roma, sino ...

Leggi Articolo »

Venerì 15 marzo: sciopero mondiale per il clima

“Skolstrejk för klimatet”. E’ cominciato tutto con un cartello in lingua svedese dove c’era scritto “sciopero della scuola per il clima” . Lo teneva in mano una ragazzina dalle trecce bionde affetta da sindrome di Asperger: Greta Thunberg. Ogni venerdì mattina, Greta andava a sedersi col suo cartello davanti al Riksdag, il parlamento svedese. All’inizio, non se la filava nessuno ...

Leggi Articolo »

Anche a Padova si è formato dal basso il gruppo locale di #FridaysForFuture

Rovesciare la logica della crescita illimitata e sviluppare azioni concrete per un sistema socio economico rispettoso dei vincoli ineludibili che la natura ci impone. È l’obiettivo che si è dato Fridays For Future, movimento globale nato dall’iniziativa di una sedicenne svedese che ha preso piede anche qui a Padova. Tutti in piazza il 15 marzo, alle 9.30 in Piazzale Stazione ...

Leggi Articolo »

Angry Animals all’attacco! Occupata e sanzionata la raffineria Eni di PortoMarghera

I fossili vanno lasciati sottoterra. Lo affermano i climatologi, lo hanno tradotto in pratica le attiviste e gli attivisti dei centri sociali del nord est che, questa mattina presto, hanno bloccato la raffineria dell’Eni di Marghera. Tute bianche e maschere da “angry animals” – già utilizzata in altre azioni ambientaliste, un centinaio di ragazze e ragazzi ha pacificamente chiuso i ...

Leggi Articolo »

The climate ride. In bicicletta da Venezia a Roma per partecipare alla marcia per il clima del 23 marzo

Tutto è cominciato a Copenaghen nel 2014, in occasione della presentazione del quinto rapporto dell’Ipcc sullo stato della lotta mondiale ai cambiamenti climatici.  Un variegato gruppo formato da ambientalisti, ciclisti del Pedale Veneziano o di altri sodalizi, cicloviaggiatori e attivisti della Fiab – la federazione italiana degli amici della bicicletta – si sono riuniti sotto la sigla RideWithUs ed hanno ...

Leggi Articolo »

Cosa c’è dietro il nostro odio per la plastica?

La plastica inquina. Siamo tutti d’accordo. Sporca i mari, avvelena i pesci e, se bruciata, ammorba l’aria. E siamo d’accordo anche qua. Ma come mai ce ne siamo accorti solo negli ultimi anni? E bastano una politica di buone pratiche, come il recupero, il riutilizzo e la differenziata, a risolvere il problema? O, piuttosto, questa è solo un palliativo perché ...

Leggi Articolo »

Plastica: cosa c’è dietro la nostra improvvisa avversione. E potrà farà la differenza?

Dopo decenni di uso quotidiano, siamo di fronte ad una rivolta mondiale contro la plastica. di Stephen Buranyi – La plastica è ovunque, ed improvvisamente abbiamo deciso che è non è affatto una cosa positiva. Fino a poco tempo fa, la plastica godeva di una sorta di strano anonimato: eravamo così circondati da riuscire a focalizzare la sua presenza. Potresti essere ...

Leggi Articolo »

La piattaforma veneta dei comitati e movimenti per la giustizia climatica è pronta ed è una battaglia da vincere a tutti i costi

Una piattaforma che viene da lontano, che è scritta per il presente e che guarda verso il futuro.  Dopo il meeting svoltasi a Vicenza il 27 gennaio, comitati cittadini, associazioni ambientaliste e spazi sociali del Veneto hanno continuato il percorso intrapreso con riunioni dei singoli tavoli tematici, confrontandosi per mail e per videoconferenze, sino a varare la piattaforma regionale veneta ...

Leggi Articolo »

La Terra prima dei soldi. E il giudice australiano boccia la miniera di carbone

“Sarebbe al posto sbagliato nel momento sbagliato”: così un giudice australiano ha messo la parola “fine” al progetto per una nuova miniera di carbone. di VALENTINA NERI – Niente da fare per Rocky Hill, la miniera di carbone a cielo aperto che doveva essere scavata nella Hunter Valley, in Australia. L’amministrazione dello stato federato del Nuovo Galles del Sud aveva già negato il ...

Leggi Articolo »

Honduras. Bloccata centrale idroelettrica italiana da violenze e occupazioni

Il progetto “Petacon”  in Honduras prevede un investimento di 56 milioni di dollari. Ma le violente proteste per ragioni politiche e l’inerzia del governo rischiano di mandarlo in fumo di Marco Tedesco – Un investimento di 56 milioni di dollari, avviato da operatori italiani per produrre “energia pulita” da una piccola centrale idroelettrica in Honduras e che garantiva lavoro a oltre 3.500 ...

Leggi Articolo »