20 febbraio Cornedo: il report della mattinata

Stamattina in Municipio a Cornedo Vicentino i sindaci dei comuni di Brogliano, Cornedo Vicentino e Castelgomberto si sono riuniti per firmare, in accordo con il commissario Vernizzi, il documento tecnico-progettuale che collega la Pedemontana all’Alta Valle Agno.
Durante la conferenza stampa i sindaci hanno espresso il loro consenso incondizionato alla SPV che secondo Lorenzo Dal Toso, sindaco di Castelgomberto “è indispensabile a rilanciare l’economia e a riempire i capannoni sfitti”. Il ragionamento di Dal Toso non fa una piega: se in Valle Agno e in generale in tutto il nordest l’economia sta andando a rotoli è perché mancano strade!
Come il sindaco Dal Toso abbia raggiunto questa illuminata forma di pensiero non ci è dato di sapere e probabilmente non lo sa nemmeno lui. In effetti noi cittadini cosa possiamo pretendere? Lui è solo un giovane sindaco di un piccolo comune del vicentino, meglio staccare il cervello e firmare.

Ma nulla è lasciato al caso, infatti il pensatore Renato Chisso rispondendo alla domanda di un giornalista che gli chiedeva, (viste le recenti sentenze del TAR del Lazio sull’illegittimità della nomina del commissario straordinario), cosa potrebbe succedere in caso venissero bloccati i lavori, si lasciava sfuggire un “beh fin’ora ci è andata bene”. Risposta esaustiva e quanto mai tranquillizzante circa la visione a lungo termine dell’assessore regionale alla mobilità e alle infrastrutture.

Ancora meglio riusciva a fare l’assessore regionale al Turismo Marino Finozzi che in uno slancio di entusiasmo prendeva il microfono e affermava che “.. la pedemontana è indispensabile al rilancio del turismo e le popolazioni della vallata in futuro ci ringrazieranno”. Infatti i turisti notoriamente amano visitare quelle valli nelle quali il paesaggio è congestionato da strade, capannoni e centri commerciali proprio come già accade nella martoriata Valle Agno e in tutto il nordest.

Appare quindi logico che in tempi recentissimi Luca Zaia facesse accorrere la TV di stato e sorvolando la Pedemontana Veneta ne decantasse le bellezze, giusto in tempo dal momento che grazie a lui e alla sua giunta regionale fra poco queste bellezze spariranno sotto colate di cemento.

E i cittadini? Beh i cittadini come ricordato stamani da Finozzi “sono invitati ad un sacrificio duro ma indispensabile”.
Indispensabile per chi? La risposta ovviamente la conosciamo tutti.

Semo nele man dea poia!

Rossa Selvaggia
per CDST Valle Agno – Malo – Altovicentino – Bassano

Links utili:
http://difesasaluteterritorio.blogspot.com

Comments are closed.